Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Anagrafe

 

Anagrafe

La legge 470 del 1988 stabilisce che tutti i cittadini italiani che risiedono stabilmente all’estero devono iscriversi presso l’Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (AIRE) e comunicare tempestivamente tutte le variazioni anagrafiche e di stato civile (cambio dell’indirizzo di residenza, variazioni nella composizione del nucleo familiare, matrimoni, nascite, divorzi, ecc.).

Si tratta di adempimenti, che oltre a derivare da precise norme di legge, costituiscono la premessa indispensabile per poter usufruire dei servizi consolari (es. rilascio del passaporto, esercizio del diritto di voto, ecc.) e consentono ai Comuni italiani, per il tramite delle Rappresentanze diplomatico-consolari, di mantenere aggiornate le posizioni dei singoli cittadini.

In particolare, l’iscrizione all’AIRE è obbligatoria per:
- i cittadini italiani che hanno trasferito la loro residenza all’estero;
- le persone nate all’estero che possiedono la cittadinanza italiana per nascita;
- le persone che hanno acquisito la cittadinanza italiana all’estero (per matrimonio, naturalizzazione, ecc.).

  • A partire dal 01/01/2020, tutti gli utenti appartenenti alla circoscrizione consolare di La Plata che dovranno effettuare una iscrizione all’AIRE e/o una “Comunicazione della variazione della residenza” lo potranno fare esclusivamente on-line attraverso il portale Fast It (Servizi Consolari Online), previa registrazione dell’utente nel sistema (https://serviziconsolarionline.esteri.it). Pertanto, a partire dalla stessa data del 01/01/2020 non verranno più accettate le richieste di iscrizione AIRE o variazione di residenza pervenute via mail, per posta o presentate personalmente. Solo i connazionali maggiori di anni 70 potranno continuare a presentare le richieste per posta, per e-mail (anagrafe.laplata@esteri.it) oppure personalmente.   


Per registrarsi sul portale Fast It, seguire le istruzioni cliccando qui.


ISCRIZIONE ALL’AIRE

Ogni richiedente maggiorenne dovrà presentare la propria richiesta INDIVIDUALE di inserimento nello schedario consolare per la successiva iscrizione all’AIRE (NON si prenderanno in considerazione le richieste di iscrizione relative a familiari conviventi maggiorenni, per es. fratelli, genitori, …). Dovrà dichiarare i familiari conviventi quali coniuge/figli MINORI.                          

Dovrà allegare alla propria domanda i seguenti documenti:

- Modulo di iscrizione all'A.I.R.E. debitamente compilato e firmato
- Documento di riconoscimento in corso di validità (e quello dei familiari conviventi)
- Documentazione comprovante la residenza nella circoscrizione consolare (es. bollette di utenze residenziali quali luce, gas, telefono fisso, televisione via cavo, servizio internet domiciliare; contratto d'affitto).

 

VARIAZIONE DI RESIDENZA

Per la comunicazione della variazione della propria residenza, il richiedente maggiorenne dovrà presentare la propria richiesta INDIVIDUALE per sé e per i familiari conviventi quali coniuge e figli minori (NON si prenderanno in considerazione le richieste di iscrizione relative a familiari conviventi maggiorenni, per es. fratelli, genitori, …).                                                                            

Il richiedente dovrà allegare alla propria domanda di variazione i seguenti documenti:

- Modulo di variazione di residenza debitamente compilato e firmato
- Documento di riconoscimento in corso di validità (e quello dei familiari conviventi)
- Documentazione comprovante la residenza nella circoscrizione consolare (es. bollette di utenze residenziali quali luce, gas, telefono fisso, televisione via cavo, servizio internet domiciliare; contratto d'affitto)



ATTENZI
ONE

I cittadini che al momento dell’iscrizione avessero  figli minori sono tenuti a presentare anche gli atti di nascita e la fotocopia dei documenti d’identità dei minori.
Nel caso in cui i minorenni fossero già cittadini italiani, i genitori sono tenuti a presentare presso i nostri uffici il formulario d’iscrizione/aggiornamento residenza A.I.R.E per minorenni, sottoscritto da entrambi e corredato da copia dei DNI di tutto il nucleo familiare. (Non è necessaria la presenza del minore).

* Nel caso in cui uno dei genitori non conviva con il minore (indirizzi diversi sul DNI), dovranno presentarsi entrambi i genitori  presso i nostri uffici e fare richiesta per l’iscrizione/aggiornamento residenza A.I.R.E del minore
* Nel caso in cui entrambi i genitori siano residenti con il minore (indirizzi coincidenti sul DNI), basterà che il cittadino italiano si presenti presso i nostri uffici con il formulario nelle condizioni suindicate.

 
L’Ufficio Anagrafe riceve tutti i giorni (escluso il mercoledì) dalle 8.30 alle 11.30


Approfondimenti AIRE
http://servizidemografici.interno.it/it/Aire/Informazioni
https://www.esteri.it/mae/it/servizi/italiani-all-estero/aire_0.html

 

RIMPATRIO

- I cittadini iscritti AIRE che rientrano definitivamente in Italia dovranno presentarsi presso il Comune dove hanno deciso di stabilirsi per dichiarare il nuovo indirizzo di residenza.
- Nella stessa data il Comune provvederà alla cancellazione dall’AIRE con contestuale iscrizione in APR (Anagrafe Popolazione Residente).
- È cura del Comune comunicare ufficialmente la data di decorrenza del rimpatrio al Consolato di provenienza che registrerà nei propri schedari consolari il rimpatrio.

Secondo la normativa vigente, l'Ufficio consolare è competente a trasmettere al Comune italiano le dichiarazioni fornite dai cittadini residenti nella circoscrizione consolare solo relativamente all'espatrio e alla residenza all’estero, ma non relativamente al rimpatrio (DL 71/2011, art. 9, Anagrafe degli italiani residenti all'estero - AIRE). Sulla base dei dati contenuti nello schedario consolare (art. 8 del DL 71/2011) l'ufficio consolare della circoscrizione di immigrazione o di residenza provvede a trasmettere al comune italiano competente i dati richiesti dalla legislazione in materia di anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE). I dati sono relativi alle dichiarazioni fornite dai cittadini italiani che trasferiscono la propria residenza da un comune italiano all'estero, ovvero a quelle relative alla residenza all'estero, nonché a quelle concernenti il cambiamento di residenza o di abitazione all'estero. La Legge 470/88 (art. 4.1, lett. a), e 5.1) e il DPR 223/1989 (art.13) indicano la competenza degli Ufficiali di anagrafe dei Comuni a raccogliere le dichiarazioni anagrafiche per il trasferimento dall’estero, a provvedere alla cancellazione dalle anagrafi degli italiani all’estero e alla comunicazione agli Uffici consolari interessati.

Si ribadisce che la cancellazione dall'Aire per rimpatrio con il conseguente aggiornamento dello schedario consolare può avvenire solo in seguito alla conferma dell'iscrizione del cittadino presso l'APR da parte del Comune italiano, che ripristina la residenza anagrafica e l'iscrizione nell'elenco degli elettori nel territorio della Repubblica e ne dà comunicazione all'Ufficio consolare.

Qualora l'Ufficio consolare abbia notizia che il cittadino italiano iscritto nella propria circoscrizione consolare abbia lasciato il territorio, in mancanza di conferma di rimpatrio dello stesso da parte del Comune italiano e di iscrizione in APR, dovrà procedere alla richiesta di cancellazione per irreperibilità, previa verifica del fatto che l'indirizzo di recapito non è più attuale.


Testata:

Autore:

57