Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La Failap celebra La Plata, Capital del Inmigrante Italiano, con due video del coro Va’ pensiero.

Data:

01/09/2020


La Failap celebra La Plata, Capital del Inmigrante Italiano, con due video del coro Va’ pensiero.

Per celebrare l’anniversario della dichiarazione della citta’ di La Plata “Capital del inmigrante italiano” decretata con la Legge provinciale nº 14.883 dell’8 Settembre 2016, la Failap (Federazione delle Associazioni Italiane di La Plata), con l’auspicio e il contributo del Consolato Generale di Italia a La Plata, presenta i seguenti video, interpretati dal coro lirico Va pensiero:




L’opera, con musica di Luigi Polge e testo di Tiziana Grassi e Giuseppe Gambi, è stata eseguita per la prima volta a La Plata da parte del coro lirico Va’ pensiero il 9 Ottobre 2016, nell’ambito del Gala Finale del Festival della Musica Italiana presso il Teatro Coliseo Podestá, e ha rappresentato un momento di grande emozione per tutti gli spettatori.




"Va’ pensiero" è un coro del terzo atto dell’opera Nabucco di Giuseppe Verdi, testo di Temistocle Solera, eseguita per la prima volta nel 1842 al Teatro la Scala di Milano.

Il coro è uno dei brani più conosciuti del grande genio della lirica. Fa riferimento agli schiavi ebrei di Babilonia che ricordano con nostalgia la loro terra natale dopo la distruzione del Tempio di Gerusalemme.

Per il pubblico italiano dell’epoca le parole del coro evocavano la speranza di unità e liberazione dal dominio austriaco. Nell’ambito del Risorgimento, l’opera si trasformò in una sorta di secondo inno nazionale, tanto da essere cantata dai soldati nelle battaglie per l‘unificazione d’Italia.

Da allora "Va’ pensiero" rappresenta un’opera immancabile nei repertori di tutti i cori lirici.




737