Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

VIII Semana de la Cocina Italiana en el Mundo – Programma in Argentina

Settimana-della-Cucina-Italiana_flyers_flyer_A-horizontal

Cliccare QUI per scaricare il Programma SCIM 2023 in Argentina

Nella splendida cornice del Teatro Coliseo si è svolto oggi l’evento di presentazione al mondo dell’informazione e agli influencer del settore gastronomico in Argentina dedicato all’ottava edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo (SCIM), in programma prossimamente dal 13 al 19 novembre.

La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo è la rassegna annuale di promozione integrata ideata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) per promuovere l’eccellenza della filiera enogastronomica italiana, valorizzando le ricette e i prodotti agroalimentari tipici dei nostri territori, la sostenibilità – a livello sociale e ambientale – dei processi produttivi, le innovazioni tecnologiche dei professionisti italiani, nonché i valori del “fare bene”, di inclusione e di collaborazione a cui l’Italia aderisce. Dal 2016 – anno del lancio della prima edizione – a oggi sono stati realizzati più di 9.200 eventi in oltre 100 Paesi dalla rete estera del MAECI (Ambasciate, Consolati, Istituti Italiani di Cultura e Uffici ICE).

Il tema scelto per l’edizione 2023 della SCIM “A tavola con la cucina italiana: il benessere con gusto” metterà al centro il collegamento tra dieta mediterranea, sinonimo di regime alimentare sano e di elevata qualità, e benessere, inteso come stile di vita corretto e salutare. Quali assi portanti attorno ai quali si svilupperà la riflessione delle iniziative in programma figurano: la dieta mediterranea quale stile di vita sano e modello di alimentazione equilibrato alla portata di tutti, i prodotti a denominazione protetta e controllata, la problematica dell’italian sounding, le etichettature alimentari, gli itinerari enogastronomici e turistici regionali con la riscoperta dei borghi italiani e dei loro prodotti culinari tipici, l’artigianalità e l’innovazione di cui gli chef e i sommelier sono i massimi interpreti e l’internazionalizzazione dell’offerta formativa italiana nel settore della cucina e dell’ospitalità. L’edizione 2023 si pone inoltre in forte continuità con la candidatura di Expo 2030 Roma e il suo tema “Persone e territori: rigenerazione, inclusione e innovazione”.

Sono oltre una cinquantina le iniziative organizzate dalla rete diplomatico-consolare, dagli Istituti Italiani di Cultura e dai partner del Sistema Italia in Argentina nell’ambito della SCIM 2023, un ampio ventaglio di proposte in programma in tutto il Paese che includerà degustazioni, masterclass, circuiti gastronomici, eventi dedicati agli operatori del settore gastronomico e della ricettività, proiezioni di film, attività nelle scuole, conferenze e seminari in streaming e presenziali. Dall’Italia giungeranno inoltre appositamente in Argentina per iniziative legate alla SCIM 2023 lo chef del ristorante stellato “La Trota” di Rivodutri, Sandro Serva, lo chef Renato Bolsieri, Maestro della Scuola di Cucina di Casa Artusi e lo Chef Alberto Galbani dell’Osteria La Tecchia di Pietrasanta.

In occasione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo 2023, sarà anche disponibile in lingua spagnola il fumetto “Storia della cucina italiana a fumetti. Dalle tagliatelle etrusche al Tiramisù”, edito dall’Accademia Italiana della Cucina . Il testo ripercorre, in un excursus riproposto in chiave narrativa, la storia della cucina italiana dagli albori al giorno d’oggi, raccontandone al lettore peculiarità, tradizioni e curiosità. Nel corso della SCIM 2023, si darà poi ampia diffusione ai video del progetto gli “Italianismi nel mondo” di Casa Artusi. La serie ripercorrerà il viaggio e la trasformazione nel tempo e nello spazio di alcuni prodotti enogastronomici italiani e delle parole ad essi connessi, valorizzando il forte intreccio tra storia, cultura ed enogastronomia che caratterizza le eccellenze Denominazione di Origine Protetta (DOP) e Indicazione geografica protetta (IGP) italiane e dedicando approfondimenti ai temi dei falsi alimentari e linguistici (il cosiddetto “italian sounding”) e all’importanza della ricostruzione scientifica della storia delle parole italiane del cibo.

Gli eventi organizzati nell’ambito della VIII Settimana della Cucina Italiana nel Mondo potranno essere seguiti sui social con gli hashtag #italiantaste e #SCIM2023.